lunedì 1 luglio 2019

QUOTA SOCI 2019

Entra anche tu nella famiglia di ANGSA Marche: abbiamo tanti progetti da condividere con te!
Una rete distribuita su tutto il territorio regionale e, assieme alle altre sezioni regionali, costituiamo ANGSA Nazionale.


Leggi quanti progetti abbiamo portato a termine:


ATTIVITA’ e RISULTATI RAGGIUNTI dal 2002 ad oggi:

-       Promozione e collaborazione al PROGETTO REGIONALE AUTISMO nelle MARCHE (2002) con apertura del CENTRO di RIFERIMENTO REGIONALE per l’ETA’ EVOLUTIVA (2003, presso NPI Fano-PU),
Cicli di formazione per operatori, specialisti, insegnanti, genitori,
Sostegno regionale diretto a Centri diurni e Residenziali che accolgono la persona autistica.
-       Organizzazione di periodi di sollievo e Parent Training per famiglie e figli.
-       Supporto e informazione in campo sanitario, ri-abilitativo, legislativo, scolastico e di aiuto alle famiglie mediante incontri periodici, newsletter, contatti diretti e telefonici.
-       Rapporti con altre associazioni in Italia e all’estero.
-       Confronto continuo con  Servizi, Enti, Istituzioni.
-        Organizzazione di seminari, convegni, corsi di formazione per operatori e genitori.
-       Partecipazione attiva all’elaborazione della LEGGE REGIONALE “DISPOSIZIONI IN MATERIA DI DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO” (n.25 del 9.10.2014), innovativa nei contenuti, e prima in Italia.
-       Collaborazione all’avvio e al percorso formativo del CENTRO di RIFERIMENTO REGIONALE per l’ETA’ ADULTA (2018, presso UMEA San Benedetto -AP-)
-       Partecipazione attiva ad incontri formativi e informativi sul soccorso in emergenza alle persone con disabilità
-       Collaborazione per l’organizzazione di spazi pomeridiani multidisciplinari con palestra e aule didattica/informatica.  
-       Collaborazione alla progettazione  e all’apertura della prima Comunità residenziale regionale per adulti con autismo “CASA AZZERUOLO” (2019, Jesi)

E quanti altri ne abbiamo in programma:
OBIETTIVI  per il FUTURO:
LEGGE REGIONALE: Abbiamo lavorato per più di quindici anni per cercare di costruire consapevolezza e servizi su tutto il territorio regionale, con un paziente lavoro culturale dietro le quinte che ha consentito poi a tutte le famiglie di avere in mano strumenti concreti da utilizzare per far rispettare i diritti di chi non ha voce.
E non ci fermeremo finché tutti i punti della Legge regionale non saranno operativi sul territorio.
LABORATORI E DOPO DI NOI: Ci impegniamo inoltre per la sperimentazione a livello locale di laboratori per lo sviluppo delle autonomie, di programmi di preparazione al lavoro, di soluzioni abitative per il sollievo e la residenzialità orientati secondo una nuova concezione del “Dopo di Noi” (appartamenti condivisi, cohousing).
DIRITTO ALLA SALUTE. NON E’ MAI TROPPO TARDI PER INTERVENIRE:
Una mole sempre crescente di studi scientifici sta caratterizzando l’autismo come un disturbo neurobiologico complesso che non riguarda solo il sistema nervoso, ma che ha conseguenze anche su altri organi e apparati, perciò siamo da tempo impegnati a livello nazionale per un radicale e generale cambiamento culturale che sostenga la presa in carico secondo una prospettiva sistemica e multidisciplinare, unica efficace risposta ai bisogni di salute dei nostri figli. Il diritto primario alla salute e ad interventi psicoeducativi necessari non può essere negato a nessun bambino e a nessun adulto giustificandosi con la mancanza di risorse (Art. 32 Costituzione, Legge regionale 25/2014 Legge nazionale 134/2015, LEA).

Nessun commento:

Posta un commento